Lorenzo Maiorfi

Innovactive Engineering / Responsabile settore embedded Innovactive Engineering s.r.l.

  • Lorenzo Maiorfi

    Sviluppatore da sempre, con esperienze maturate a partire dai primi personal computer degli anni 80-90 (Sinclair Spectrum, TI-64, Commodore 64, MSX, Commodore Amiga). Mi sono laureato in ingegneria elettronica (indirizzo telecomunicazioni) presso l'Università degli Studi di Perugia nel 1997. Lavoro in Innovactive Engineering s.r.l., da me fondata insieme ad altri tre soci nel 1999, nell'ambito della progettazione e sviluppo di soluzioni custom. In particolare sono il responsabile della progettazione e dello sviluppo dei progetti basati sull'utilizzo di .NET Micro Framework in applicazioni industriali. Nella mia attività professionale sono particolarmente focalizzato sul mondo embedded, con particolare interesse verso IoT e physical computing, dispositivi ibridi hardware/firmware/software e soluzioni di interoperabilità fra sistemi eterogenei. Sono fondatore e co-autore dei contenuti della prima e unica community italiana in materia di .NET Micro Framework (www.tinyclr.it). In passato, ho realizzato per la rivista PC Professionale numerosi video e articoli didattici e divulgativi in materia di sviluppo .NET, progettazione di soluzioni basate su microcontrollori Microchip PIC32 e creazione di sistemi basati su Netduino. Sono coautore degli articoli didattici relativi al corso di sviluppo con .NET Micro Framework pubblicato dalla rivista Elettronica In nel 2011. Spendo molto del mio tempo libero nella sperimentazione in laboratorio di tutte le più interessanti tecnologie riguardanti il mondo embedded: PIC, AVR, ARM, PLC, XMOS, Cypress PSoC, FPGA/CPLD, MSP430, Propeller, ecc.

    • Blog: http://www.tinyclr.it
    • Mail: maiorfi@innovactive.it
    • Twitter: @tinyclr

    Sessioni

    0005 - IoT & Microsoft Orleans

    Agenti software che vivono nel cloud come avatar di dispositivi fisici che vivono...nel mondo reale. Realizzare sistemi IoT scalabili ed affidabili è difficile: i modelli architetturali tradizionali vengono messi a dura prova quando i numeri si fanno veramente importanti. Il paradigma del cosiddetto actor-based-programming fornisce una soluzione in grado di raccogliere questa sfida, grazie alla definizione di un modello di agente software libero di agire in maniera indipendente e delocalizzata nel Cloud in cui, interagendo con una popolazione infinita di attori simili a lui, contribuisce a realizzare le logiche di insieme necessarie alla grande maggioranza delle applicazioni IoT enterprise. In questa sessione vedremo come l'actor-model risulta particolarmente efficace se declinato sotto forma di "avatar" di un dispositivo fisico, in virtù della straordinaria simmetria che esiste tra agenti software che vivono nel cloud e dispositivi elettronici che vivono nello spazio fisico.
    Livello: 200
    Giorno: 18-04-2015 - Orario: 14:50 - 15:40 - Sala: Sala Principale