SpaghettiDotNet

Un modo di idee in salsa .NET

October 2011 - Post

Salve a tutti,

 

da qualche tempo oramai si sente parlare un po’ in giro sul web, tramite articoli più o meno tecnici di HTML 5 e CSS 3.0.

Ovviamente che pubblicizza queste due nuove tecnologie non fa altro che dipingerle come la panacea di tutti i mali, elogiandone i pregi ed indicandole come un qualcosa di insuperabile Sorriso

La storia ci insegna che difficilmente sarà così, ma questo post non vuole addentrarsi più del dovuto nella disserzione filosofica che ne potrebbe scaturire…

Per come la vede il sottoscritto certi pareri e certe considerazioni non si possono esprimere in maniera superficiale, senza essere padroni della materia o quantomeno senza averla approfondita alquanto.

Per questo motivo ed altri ho cominciato a leggere diversi articoli e libri tecnici in merito (con un colpevole ritardo lo so Sorriso) e devo dire che alcune letture si stanno rivelando molto piacevoli. Non che abbia trovato novità strabilianti fino a questo momento, solo un compendio di nuove funzionalità fino ad ora emulate con tonnellate di Javascript o con plugin esterni più o meno facili da utiizzare.

La cosa che mi sembra balzare di più agli occhi è il fatto che HTML 5 e CSS 3.0 nascano, come un po’ tutti gli standard, come tecnologie già mature in quanto fanno tesoro di anni di esperienza maturare dai plugin menzionati precedentemente, mettendo al centro delle nuove funzionalità tutti quegli aspetti che in un modo o nell’altro hanno fatto penare negli anni scorsi noi sviluppatori web e che ora sembra potersi realizzare in maniera così semplice Sorriso

Bah il tempo è galantuomo come diceva qualcuno e vedremo cosa succederà quando anche Internet Explorer e Firefox supporteranno ogni funzionalità come attualmente Chrome.

Intanto vi lascio qualche link di mio interesse Sorriso

http://thinkvitamin.com/code/23-essential-html-5-resources/

http://html5gallery.com/

http://blackberry.github.com/Alice/index.html

http://diveintohtml5.info/

 

Saluti

Luigi

Posted da Luigi | con no comments
Inserito sotto: ,

Salve a tutti,

 

riporto un bellissimo articolo che mi sono divertito molto a leggere Sorriso

C. Lawrence Wenham, autore dell’articolo, cerca di analizzare, tra il serio e il ridicolo, gli aspetti per cui dovremmo auto-definirci buoni o cattivi programmatori tramite un semplice test di poche domande ma che rispecchiano un po’ tutte la quotidianità di ognuno di noi “addetti ai lavori”. Alcuni passaggi li ho trovati esilaranti come il “Bulldozer Code” e “calling the save() function multiple times "just to be sure"”, per non parlare poi dei mestieri alternativi proposti per i vari casi Sorriso

Una lettura piacevole!

 

Saluti

Luigi

Posted da Luigi | con no comments
Inserito sotto:

Salve a tutti,

 

per chi come me ancora ha la (s)fortuna di lavorare ancora anche con MOSS 2007 e WSS 3.0 segnalo l’uscita del Service Pack 3 al seguente link.

Come ovvio

This service pack contains all the Cumulative Updates and Public Updates for Office 2007 that have shipped since SP2 for both the Office client suites and applications, and the SharePoint server applications.

più un serie di fix minori che descritte qui.

 

Saluti

Luigi

Posted da Luigi | con no comments
Inserito sotto:

Salve,

 

da pochi giorni è disponibile per il download la CTP del progetto Roslyn di Microsoft a questo link.

Per chi volesse più informazioni rimando al blog ufficiale di Visual Studio e precisamente a questo link.

Il progetto Roslyn è un esempio di CaaS (Compiler as a Service) e punta a trasformare l’idea di “compilatore” da semplice tool a provider di servizi permettendoci quindi di effattuare delle operazioni tramite le sue API che prima erano impossibili o realizzabili tramite complessi utilizzi di tecniche di Reflection.

Personalmente mi sembra un progetto da seguire con attenzione perché copre un’area che nel framework, forse, è stata per troppo tempo trascurata Sorriso

 

Saluti

Luigi

Posted da Luigi | con no comments
Inserito sotto: , ,

Salve a tutti,

 

recentemente mi sono ritrovato a lavorare su un progetto con la semplice versione Foundation di SharePoint.

Nonostante non avessi attivato l’Infrastruttura di Pubblicazione sulla Site Collection né avessi attivata la Feature di Pubblicazione nella Site Definition del progetto, una volta deployata la solution sull’ambiente del cliente, alla creazione del sito con il template custom sviluppato ci si trovava davanti all’errore:

 

IMG_17102011_155320

 

Ovviamente, manco a dirlo, non ci sono riferimenti in nessun file di tutto il progetto alla libreria Publishing (funzionalità utilizzabili dalla versione standard in poi) per cui non mi è rimasta che la soluzione Google Sorriso

Ed ecco qui che scopro un meraviglioso articolo in cui si riporta:

Unfortunately, while CssRegistration is part of the core Microsoft.SharePoint.dll, $SPUrl requires the publishing features of MOSS

Bellissimo, anche se utilizzi una funzionalità di una libreria che non puoi utilizzare… SharePoint non ti avvisa e va avanti come niente fosse… A bocca aperta

E’ bastato togliere $SPUrl e tutto torna a funzionare… qualcuno mi ha anche chiesto come ci sia arrivato a questo articolo… beh… qualcosa di buono la so ancora fare Occhiolino

 

Saluti

Luigi

Posted da Luigi | con no comments
Inserito sotto:

Salve a tutti,

 

in occasione della Microsoft SharePoint Conference svoltasi a Anaheim, è stato presentato un tool online a mio avviso molto interessante.

Si tratta del Windows PowerShell Command Builder, un’applicazione Silverlight che consente la “creazione” di script PowerShell per l’esecuzione dei più comuni comandi di gestione SharePoint.

Il tool si trova a questo indirizzo e devo dire che lo trovo molto intuitivo.

Ovviamente può essere opinabile la scelta di utilizzare Silverlight ma resta una buona idea quella di centralizzare la gestione e quindi la futura evoluzione di un tool del genere mettendolo a disposizione non come tool locale ma come applicazione web.

 

Saluti

Luigi

Posted da Luigi | 1 comment(s)
Inserito sotto: ,

Salve a tutti,

 

alcune volte ci si può trovare di fronte al problema di gestire all’interno delle nostre applicazioni dei file XML.

Che siano essi di configurazione oppure no, nella stragrande maggioranza delle volte il sottoscritto preferisce utilizzare un approccio “Object Oriented” caricando tali file XML in oggetti in memoria per poi poterli agevolmente utilizzare/modificare. La tecnica, peraltro molto semplice, che sto per illustrarvi non necessita di strumenti esterni né tantomeno di Addin di Visual Studio ma semplicemente di un IDE “nudo e crudo”, nel mi caso VS2010.

Il primo passo è aprire il file XML in Visual Studio:

13-10-2011 17-04-45

 

lo riconoscete? Sorriso

Ok, il secondo passo è quello di generare uno schema XSD a partire dal file XML. Per questa operazione esiste una comoda voce del menù di Visual Studio: XML –> Create Schema

13-10-2011 17-06-57

Questo produrrà un file XSD che dobbiamo salvare su file stystem:

13-10-2011 17-08-02

Ora per la generazione della corrispondente classe (C# o VB.NET) useremo il tool XSD installato sulla macchina insieme a Visual Studio 2010.

13-10-2011 17-09-57

Infine in Visual Studio 2010 potete utilizzare il file (C# nel mio caso) creato per deserializzare il file dopo averlo caricato e leggerlo senza alcuna difficoltà.

13-10-2011 17-11-23

 

Saluti

Luigi

Posted da Luigi | con no comments
Inserito sotto: ,

Salve a tutti,

 

esistono in SharePoint (2007/2010) due diverse feature di pubblicazione, una con scope “Site Collection” ed una con scope “Web”.

La seconda (Pubblicazione Office SharePoint Server) non può essere attivata se prima non viene attivata “Infrastruttura di pubblicazione Office SharePoint Server”.

Tuttavia molto spesso mi è capitato durante la fase di attivazione di trovarmi davanti a strani errori di SharePoint relativi proprio alla fase di attivazione di queste feature che in linea generale si possono risolvere tutti con uno dei seguenti passi:

  • Associando temporaneamente la Web Application dove devono essere attivate le feature con l’Application Pool della Central Administration
  • Eseguendo l’attivazione delle feature da STSADM, magari utilizzando il parametro –force.

 

Spero possa essere di aiuto a qualcuno…

 

Saluti

Luigi

Posted da Luigi | con no comments
Inserito sotto:

non sono mai stato un fan-boy della mela anche se ne ho sempre riconosciuto le qualità, eppure sono triste, come se fosse scomparso un familiare, seppur lontano…

Il mondo ha perso una grande mente, un innovatore, come dicono in tanti, ma soprattutto una gran persona…

Ci mancherai Steve…

Posted da Luigi | con no comments
Inserito sotto:

Salve a tutti,

 

recentemente ho acquistato un notebook di ultima generazione che mi aiutasse nel lavoro più di quanto riuscisse il vecchio.

Non sto qui ad elencare tutte le caratteristiche ma vi assicuro che c’ho messi diverse settimane se non mesi per trovare una configurazione che riuscisse a soddisfarmi.

Ad oggi sono un felice possessore di un Notebook Santech! Non conoscete questo marchio? Pensate che non sia all’altezza dei vari Dell, Toshiba, IBM e via discorrendo?!?! La pensavo anche io così in un primo momento… poi ho fatto qualche ricerca ed ho trovato tutti commenti positivi sulle qualità dei loro prodotti e soprattutto sulla loro assistenza. Allora ho deciso di provare anche perché hanno sede in Italia e certi componenti li montano solo loro e poche altre aziende sparse un po’ per il mondo (Canada, Germania, Inghilterra, Cina…).

Il primo contatto è stato formale con il loro commerciale e risale a prima dell’estate quando chiesi diverse informazioni che mi sono state date tutte nel giro di una mezza giornata. Poi, dopo il periodo estivo ho ripreso i contatti e fatto l’ordine e qui la seconda sorpresa positiva. Oltre ad un leggero sconto mi viene detto che di lì a poco sarebbe stato disponibile un processore più potente allo stesso prezzo per la mia configurazione. Decido di aspettare le due settimane preventivate e, con sommo stupore, dopo esattamente due settimane mi viene detto che il Notebook è pronto… incredibile penso… c’è ancora qualcuno in Italia che mantiene la parola data…

La consegna non avviene tramite corriere ma decido di andare a ritirare il prodotto di persona. Non mi vengono fatti problemi e di sabato mattina ritiro il mio nuovo amico Sorriso

Torno a casa e nel week end lo configuro a dovere ma mi accorgo di un problema, anzi due.

  • Il range della WiFi è veramente ridicolo… per capirci se sto a 5 metri dal router cade la connessione continuamente.
  • C’è un pixel verde che mi saluta dalla parte sinistra del monitor Sorriso

Per la WiFi scopro che è un problema noto della scheda e dei driver. Qualcuno dice di aver risolto con driver più aggiornati ma non ottengo stessa sorte. Contatto la Santech giusto per informarli ma essendo già informato di certe procedure e verificando anche la garanzia del prodotto (esiste anche la possibilità di estendere la garanzia allo scopo di essere sicuri di avere un monitor senza pixel bruciati) mi viene detto che un solo pixel non è coperto dalla garanzia… pazienza, poteva andare peggio, poteva essere al centro del monitor Sorriso

“Fortunatamente” nel giro di una settimana sul mio monitor, sempre nella stessa zona, si presentano altri due sub-pixel bruciati e un altro paio che a intermittenza funzionano una volta si e una no. A questo punto dalla Santech mi dicono che il prodotto è difettoso e che deve essere sostituito… aeh… e quà ci vorrà un mese… chiedo e mi dicono “2-3 giorni” Basito

Quasi non ci credo… faccio la procedura e:

  • 1 giorno per il ritiro
  • 1 giorno per la manutenzione
  • 1 giorno per la consegna

Incredibile… davvero senza parole, non me lo sarei mai aspettato Sorriso

Beh che dire… oggi vi scrivo senza pixel bruciati sul monitor e se qualcuno mi chiede di portatili non posso che consigliare Santech… sono economici, hanno ottimi prodotti e un’assistenza SERIA!

 

Saluti

Luigi

 

PS: Durante la fase di assistenza ne ho approfittato per fare un upgrade della scheda Wifi… ora posso stare anche a 15 metri dal router! A bocca aperta

Posted da Luigi | con no comments
Inserito sotto: