Alessandro Melchiori

CodicePlastico srl / Software architect

  • Alessandro Melchiori

    Artigiano del software, marito, padre, ex-sportivo e curioso lettore. Fin da piccolo ho amato smontare e rimontare le cose, per capire come funzionassero. Ora questa passione è diventata il mio lavoro: dai lego allo sviluppo software il passo è stato breve. Trovare la migliore soluzione possibile affinchè un sistema complesso possa funzionare al meglio, oliandone gli ingraggi è l’obbiettivo del mio lavoro. C#, WCF, ESB, MongoDb e Azure fanno parte del mio kit di sopravvivenza e mi aiutano a destreggiarmi tra sistemi distribuiti e soluzioni enterprise. Tra un comando ed un evento, cerco di fare del mio meglio contribuendo alla vita delle community che mi hanno adottato (ugidotnet e webdebs) cercando di “restituire” almeno in parte ciò che ho ricevuto in questi anni.

    Sessioni

    0001 - Introduzione a SOA

    SOA è sulla bocca di tutti da tanto, forse troppo tempo, e nel tempo ognuno ha implementato, o creduto di implementare SOA nel modo giusto. Obiettivo di questa sessione è ripartire dalle basi cercando di capire a fondo quali sono i concetti fondanti di SOA, perché e quando una Service Oriented Architecture è essere fondamentale ma soprattutto quali sono le trappole architetturali che dobbiamo evitare il più possibile.
    Livello: 200
    Giorno: DotNetCampania Workshop - 16/10/2015 - Orario: 09:45 - 10:45 - Sala: Sala Principale

    0002 - FROM CRUD to message: a true story

    Quando un progetto inizia tutto sembra semplice: dai requisiti all'implementazione. E quindi lo sviluppo inizia nel modo piu' semplice possibile: ovvero gestendo il "mondo" con operazioni CRUD. Ma cosa succede quando il business cresce? O quando emergono complessita' nascoste? Questo talk e' la storia vera di un grosso progetto in ambito finanziario e di come abbiamo migrato da un approccio CRUD-oriented verso un mondo di messaggi, sfruttando i principi di Domain Driven Design, CQRS ed Event Sourcing, trasformando un sistema monolitico in un sistema geograficamente distribuito, utilizzando, tra le altre cose, MongoDB e RabbitMQ.
    Livello: 200
    Giorno: DotNetCampania Workshop - 16/10/2015 - Orario: 10:45 - 11:45 - Sala: Sala Principale

    0004 - Thinking in containers: Azure e Docker

    Un'architettura a microservices ha il grosso vantaggio di decomporre la complessita' di un sistema in piccole porzioni funzionalmente autonome, che cooperando tra di loro concorrono alla funzionalita' complessiva. "Sposare" un'architettura del genere nasconde pero' delle insidie che noi dev, tendenzionalmente, sottovalutiamo. Una tra tutte la fase di deploy: comporre, coordinare e far interagire al meglio le varie parti del nostro sistema non e' cosa da poco. In questo scenario i container (e Docker per la loro gestione) potrebbero diventare presto i nostri migliori amici.
    Livello: 200
    Giorno: DotNetCampania Workshop - 16/10/2015 - Orario: 14:15 - 15:15 - Sala: Sala Principale